Giovedì 17 Ottobre 2019 - 11:59
Cronaca Economia Società Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Salute Animali
Mantova Cronaca Avvocato Polacco: "La battaglia dei bambini rubati comincia ad avere un percorso pubblico"

Avvocato Polacco: "La battaglia dei bambini rubati comincia ad avere un percorso pubblico"

Lascia un commento | Tempo di lettura 182 secondi Mantova - 14 Sep 2019 - 22:41

Proseguono gli aggiornamenti dell’avvocato Edoardo Polacco che dalla sua pagina facebook è tornato a parlare di #affidi. La diretta si è aperta con la recente notizia relativa allo slittamento della nomina del Procuratore Generale del Csm e della richiesta da parte di Criscuoli di tornare  al Csm. “Le notizie sull’organo che dirige tutta la magistratura sono tornate ad occupare le cronache. In molti ci aspettavano di conoscere notizie di ulteriori arresti sospensioni allontanamenti o licenziamenti delle figure risultate corrotte invece apprendiamo che un elemento implicato chiede di essere riammesso. A che punto siamo arrivati” commenta Polacco.

Intanto la battaglia dei genitori a cui sono stati rubati i bambini comincia ad avere un percorso pubblico,  molti casi fino ad ora taciuti stano venendo alla luce e c’è l'interesse da parte di “intrepidi” decisi a portarli allo scoperto. “Una persona si è anche pubblicamente esposta: si tratta dell’assessore della Regione Piemonte, Chiara Caucino, la quale dopo aver ricevuto diverse segnalazioni si è recata in una comunità per minori che si trova nel comune di Nizza Monferrato per un controllo. All'assessore e ai Carabinieri che l’accompagnavano è stato impedito di entrare nella struttura nonostante tra i compiti previsti dal suo ruolo rientri quello di poter svolgere il ruolo ispettivo. “Lo prevede la Legge” precisa l’avvocato che ha invitato tutti a scrivere all’assessore per incoraggiarla ad andare avanti. (Si allega l’indirizzo mail a cui recapitare i messaggi: assessore.caucino@regione.piemonte.it)

"Consiglio di ritornare con la Guardia di Finanza perché i poteri ispettivi degli Assessori regionali sono costituzionali, identici a quelli dei nostri parlamentari" incalza Polacco.  Che lancia un appello a tutti i consiglieri regionali d’Italia a seguire l'esempio della Caucino e ad entrate i quei luoghi di tortura dove sono rinchiusi i bambini rubati. "Anche i consiglieri comunali dove sono presenti strutture per minori possono mobilitarsi e indagare", precisa.

Il tema dei bambini sottratti alle famiglie è stato al centro della trasmissione televisiva “Fuori dal Coro”  del giornalista Mario Giordano. Nel corso della puntata sono stati mandati in onda filmati agghiaccianti e registrazioni audio da strappare il cuore. “Se qualcuno è in possesso di filmati e audio può inviarli alla mia attenzione, aggiunge l’avvovato Polacco.  per essere inseriti nella trasmissione ed essere mostrati". Altro elemento che conferma l'interesse sempre più crescente da parte delle persone ai traffici di bambini il fatto che è recentemente uscito in libreria il libro di Maurizio Tortorella che raccoglie alcune  testimonianze di genitori e dei loro figli rubati. Il fenomeno infatti è drammaticamente esteso: Bibbiano non è un caso isolato e la sottrazione di minori è un cancro che infesta tutto il Paese.

Hai qualche segnalazione o suggerimento da inviare alla redazione? scrivi a ultimissimemn@radiobruno.it
Notizie correlate:
Ascolta Radio Bruno in streaming
I FILM A MANTOVA
Sport
Categorie: Cronaca Economia Eventi Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Mangiare Vacanza REDAZIONE DI MANTOVA
via Altobelli, 3 - 46100 Mantova
Contatti per redazione e commerciale: Tel. 0376 369865
Email: redazionemantova@radiobruno.it
Facebook: Ultimissime Mantova
www.ultimissimemantova.it
www.radiobruno.it



RADIO BRUNO SOCIETA’ COOPERATIVA a r.l.
Registrazione al Tribunale di Modena N. 884 del 10 Settembre 1987
Via Nuova Ponente, 28 CARPI
Tel. 059-642877 - Fax 059-642110
Email: redazione@radiobruno.it

Cookie policy