Domenica 21 Ottobre 2018 - 03:14
Cronaca Economia Società Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Salute Animali
Mantova Cronaca Cerese. La follia dei 30 all'ora sull'ex statale Cisa

Cerese. La follia dei 30 all'ora sull'ex statale Cisa

Lascia un commento | Tempo di lettura 132 secondi Mantova - 30 Jun 2018 - 12:28

L'ultima volta era stato il 29 giugno. Ieri è ricomparsa la pattuglia della Polizia Locale per le verifiche del rispetto del limite dei 30 all’ora (entrato in vigore da inizio giugno), tra Cerese e Cappelletta sull’ex strada statale Cisa da parte degli automobilisti. La decisione di portare il limite di velocità da 50 a 30 km era stata presa in primavera dopo un vertice tra l’amministrazione di Borgo Virgilio, e l’Ente Provinciale per “garantire la sicurezza” sul quel tratto stradale che presenta in alcuni punti l’asfalto corroso, ma non si trova in una condizione tale da giustificare un’ordinanza così drastica. In attesa che gli Enti trovino i soldi per procedere con manutenzioni serie, a fare i conti con questo tipo di iniziative sono come sempre i cittadini, quelli che ogni giorno utilizzano l’auto per lavoro oppure per andare al lavoro. Ironia della sorte, devono procedere in modalità “crociera” anche sul tratto stradale che attraversa Cappelletta che è stato da poco asfaltato. Paradossalmente sulla strada parallela interna, via di Mezzo, è consentito viaggiare alla folle velocità dei 50 km orari. Per chi intende attenersi alla cartellonistica, superato il rondò della “Colonna” che interseca la Spolverina con la Romana percorrendo l’ex Statale in direzione Romanore fino al semaforo nei pressi della Conbipel è indicato il limite dei 30 all'ora, poi superato l’incrocio, quando dalla "seconda" si passa alla "terza" marcia, spunta il cartello dei 30 all’ora che ti fa inchiodare col rischio di tamponare o di essere tamponati. Bisogna dire che a quella velocità creare lunghe code è matematicamente certo (evvai con le esalazioni di CO2). Gli amministratori evidentemente sottovalutano il tempo della gente e forse non sanno che a quelle velocità i motori si imballano. Sono tanti i motivi che rendono irragionevole una simile decisione che forse può essere indifferente a chi viaggia per diletto, ma non alla maggioranza delle persone che utilizzano automobili, camion e furgoni per lavorare. Non solo, l’impressione è che vi sia una vera e propria guerra verso chi utilizza l’auto e un certo compiacimento a complicare la vita anziché risolvere i problemi dei cittadini. A questo punto, con la scusa della sicurezza, tra poco ci obbligheranno a portare la "macchina in spalla".

Hai qualche segnalazione o suggerimento da inviare alla redazione? scrivi a ultimissimemn@radiobruno.it
Notizie correlate:
Ascolta Radio Bruno in streaming
I FILM A MANTOVA
Sport
Categorie: Cronaca Economia Eventi Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Mangiare Vacanza REDAZIONE DI MANTOVA
via Altobelli, 3 - 46100 Mantova
Contatti per redazione e commerciale: Tel. 0376 369865
Email: redazionemantova@radiobruno.it
Facebook: Ultimissime Mantova
www.ultimissimemantova.it
www.radiobruno.it



RADIO BRUNO SOCIETA’ COOPERATIVA a r.l.
Registrazione al Tribunale di Modena N. 884 del 10 Settembre 1987
Via Nuova Ponente, 28 CARPI
Tel. 059-642877 - Fax 059-642110
Email: redazione@radiobruno.it

Cookie policy