Mercoledì 27 Maggio 2020 - 18:36
Cronaca Economia Società Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Salute Animali
Mantova Cultura e arte Alla Biblioteca Baratta la presentazione di "Regina Strinasacchi violoncellista del 700"

Alla Biblioteca Baratta la presentazione di "Regina Strinasacchi violoncellista del 700"

Lascia un commento | Tempo di lettura 238 secondi Mantova - 05 Feb 2020 - 08:01

La storia e la vita di “Regina Strinasacchi. Violinista nel Settecento europeo” è stata raccolta nel volume scritto da  Giuseppe Schivardi, Gisa Steguweit e Maria Rita Bruschi (Edizione Scripta, 2019) e verrà sarà presentato alla Biblioteca Baratta in corso Garibaldi 88 oggi alle 17 nella Sala delle Colonne. L’evento è organizzato dal Comune di Mantova. L’ingresso è libero. Si tratta del secondo appuntamento organizzato nel mantovano per ricordare questa importante musicista mantovana che segue alla cerimonia organizzata a dicembre 2019 dall'amministrazione di Ostiglia  nel 180 esimo anno dalla sua scomparsa.

 

Regina Strinasacchi nasce ad Ostiglia il 28 febbraio 1761. La sua casa è in via Salicata, oggi Via Italia, via principale nel centro storico del paese, abitata da proprietari terrieri e professionisti. Studia violino al Conservatorio della Pietà di Venezia con ottimi risultati e da giovanissima si reca a Parigi dove si dedica allo studio dei grandi violinisti. Inizia così la sua brillante carriera. Nel 1783 decide di andare in Germania e l’anno dopo in Austria dove a Vienna riceverà le lodi di Mozart che scrive a suo padre Leopold. In Germania conosce Johann Conrad Schlick, importante violoncellista, compositore e segretario della Cappella del Duca Ernesto II a Gotha, che sposerà il 30 aprile 1785 ad Ostiglia nella chiesa di San Lorenzo. I due si stabiliscono a Gotha: si esibiscono in molti concerti ai quali si unirà poi la giovane figlia al pianoforte. Dopo la morte del marito, avvenuta nel 1818 a Gotha, Regina si trasferisce a Dresda dove muore nel 1839.
 
Il libro. Lo scritto si sviluppa attraverso l’ampio materiale storico-biografico derivato da documenti d’archivio, testi a stampa del suo tempo e successivi, notizie da cronaca locale e da riviste musicali, visita diretta dei principali luoghi da lei frequentati. I tre autori, Giuseppe Schivardi, Gisa Steguweit e Maria Rita Bruschi, pur operando individualmente, hanno condiviso i rispettivi progetti di ricerca. 
 
Giuseppe Schivardi ha sviluppato soprattutto il segno profondo lasciato da Regina nella vita musicale del suo tempo, attraverso i lusinghieri riscontri minuziosamente rintracciati nelle cronache dell’epoca e raccolti nell’assai documentata appendice. Gisa Steguweit ha messo in luce il ruolo fondamentale posto in essere dalla Corte di Gotha nel creare il contesto culturale nel quale i coniugi Schlick poterono esprimere il meglio della loro sensibilità musicale. Maria Rita Bruschi ha evidenziato prevalentemente la volontà e il carattere di Regina che, in un mondo lontano e profondamente diverso da quello delle sue origini, seppe affermarsi artisticamente, dar corpo ad una famiglia unita e trasferire ai figli l’amore per la musica.
 
Diverse sono anche le opere con riferimenti agli Strinasacchi conservate presso il Fondo Musicale “G. Greggiati”, tra cui: Stabat mater / F. J. Haydn (Strinasacchi, Benedetto: copista, indicato a c. 116 r: Vienna, ottobre 1788 Segnatura: Mss.Mus.B 82; Sonate / A. Corelli (Strinasacchi, Benedetto: copista, indicato a p. 69: 1 dicembre 1791), Segnatura: Mss.Mus.B 263; Sinfonie / F. J. Haydn (Strinasacchi, Giovanni: possessore precedente, indicato sul front. della parte di vl2), Segnatura: Mss.Mus.B 2216; Variazioni / A. Strinasacchi (Strinasacchi, Antonio - autore di n. 3 variazioni:- tema e quattro variazioni per pianoforte; (Strinasacchi, Claretta: possessore precedente, indicato nel titolo del primo gruppo di variazioni), Segnatura: [stanno in:] Mss.Mus.B 3647; Ave maris Stella / G. Malagoli (Strinasacchi, Alberto: possessore precedente, indicato a c. 1r), Segnatura: Mss.Mus.B 3706; Sonate / G. B. Merighi (Strinasacchi, Giovanni: possessore precedente, indicato sul front.), Segnatura: Mss.Mus.B 3785;  Sinfonia / A. Strinasacchi(Strinasacchi, Antonio: compositore), Segnatura: Mss.Mus.B 4391; Concerto per viola e orchestra/ A. Strinasacchi (Strinasacchi, Antonio: compositore probabile come indicato dal Greggiati sulla carpetta che raccoglie le parti; la parte della viola è comunque scritta di suo pugno). Segnatura: Mss.Mus.B 4392; Concerto per violino e orchestra/ A. Strinasacchi (Strinasacchi, Antonio: compositore probabile come indicato dal Greggiati sulla carpetta che raccoglie le parti). Segnatura: Mss.Mus.B 439
 
 

 

Hai qualche segnalazione o suggerimento da inviare alla redazione? scrivi a ultimissimemn@radiobruno.it
Notizie correlate:
Ascolta Radio Bruno in streaming
I FILM A MANTOVA
Sport
Categorie: Cronaca Economia Eventi Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Mangiare Vacanza REDAZIONE DI MANTOVA
via Altobelli, 3 - 46100 Mantova
Contatti per redazione e commerciale: Tel. 0376 369865
Email: redazionemantova@radiobruno.it
Facebook: Ultimissime Mantova
www.ultimissimemantova.it
www.radiobruno.it



RADIO BRUNO SOCIETA’ COOPERATIVA a r.l.
Registrazione al Tribunale di Modena N. 884 del 10 Settembre 1987
Via Nuova Ponente, 28 CARPI
Tel. 059-642877 - Fax 059-642110
Email: redazione@radiobruno.it

Cookie policy