Lunedì 22 Ottobre 2018 - 02:05
Cronaca Economia Società Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Salute Animali
Mantova Cultura e arte Santuario delle Grazie: la storia del coccodrillo imbalsamato

Santuario delle Grazie: la storia del coccodrillo imbalsamato

Lascia un commento | Tempo di lettura 204 secondi Mantova - 19 Apr 2018 - 09:42

Un incontro per raccontare la storia dei coccodrilli imbalsamati esposti e presenti al santuario delle Grazie si terrà questa sera alle 21. Durante la conferenza verrà presentato il volume "La Vergine e il drago" nel quale si approfondiscono la storia del coccodrillo di Grazie ma anche di altri 64 esemplari posti in diverse chiese o santuari di mezza Europa. Il coccodrillo di Grazie, peraltro, è certamente tra i più antichi, se non il più antico tra quelli che si conoscono. Per l'occasione sarà esposto anche un ulteriore coccodrillo, grande la metà di quello appeso nel santuario, visibile da vicino. La serata sarà tenuta dallo storico dell’arte  Paolo Bertelli. L’incontro rientra nel contesto del ciclo di conferenze organizzato da Assessorato alla Cultura del Comune di Curtatone - Università del Tempo Libero intitolato I tesori del Santuario della Beata Vergine delle Grazie. Fede, arte, cultura e restauri, in collaborazione con il Rettorato del santuario, la Proloco di Curtatone, l'Associazione Postumia e Progetto Gonzaga. In questo secondo incontro del 2018 si parlerà dei coccodrilli imbalsamati o impagliati esposti nelle chiese dal Medioevo all’età moderna. Il volume intitolato La Vergine e il drago. Lo strano caso dei coccodrilli nei santuari mariani è primo numero della collana “I Quaderni del Santuario” e approfondisce il tema secondo diversi punti di vista. Anzitutto il significato generale di tali presenze, intimamente legate al luogo di culto mariano e con numerosi riferimenti alla trattatistica moderna. Si passa quindi ad approfondire il coccodrillo di Grazie, che verosimilmente è tra i più antichi, se non il più antico, tra quelli conosciuti. Infine si passano in rassegna gli altri 64 casi di rettili presenti in molti Paesi europei: un viaggio misterioso e affascinante. Il volume sarà in vendita in anteprima durante la serata. Il ricavato sarà devoluto ai restauri delle opere d'arte del santuario. Mistero, paura e attrazione sono i sentimenti di quanti si trovano ad osservare il coccodrillo appeso alle volte del santuario di Grazie. Ma anche in numerose altre chiese o santuari mariani diffusi in mezza Europa. Come detto sono almeno 65 i casi considerati; alcune volte i rettili sono ancora presenti, altre sono andati perduti ma variamente testimoniati dalle fonti. Il volume affronta un viaggio che attraversa altri stati europei come Portogallo, Spagna, Francia, Austria, Repubblica Ceca e Belgio ed è a questo punto che si dipana un fil rouge di similitudini e ricorrenze, di gesta eroiche e di dediche ex voto, tra folklore, Wunderkammer e antichi percorsi di fede. La contrapposizione tra la figura della Madonna e i coccodrilli collocati nelle chiese è allora una continua sfida apocalittica e una lotta tra la Vergine e il drago, tra la salvezza e la perdizione. Agli occhi degli umili e dei sapienti sarà allora chiaro che il male uscirà sconfitto, il più delle volte per mano di un giovane, di un eroe illuminato e sorretto dalla grazia celeste. Durante la serata sarà possibile vedere non solo il coccodrillo appeso alle volte del santuario, ma anche un ulteriore esemplare che sarà esposto per l’occasione.

Sono quattro, anzi cinque i coccodrilli nel Mantovano. Con quello di Grazie anche quelli del Seminario, del Liceo Classico e di Palazzo d’Arco. Ma alla presentazione di domani sera sarà possibile vederne un quinto, lungo esattamente la metà di quello appeso nel Santuario. Il libro di Bertelli è il primo approccio complessivo a questo argomento, con un approfondimento sul caso del santuario delle Grazie, con un capitolo dedicato al significato di tali presenze nelle chiese e con un lungo elenco di altri 64 esemplari (molti dei quali anche in immagine) presenti in tutta Europa.

 

Hai qualche segnalazione o suggerimento da inviare alla redazione? scrivi a ultimissimemn@radiobruno.it
Notizie correlate:
Ascolta Radio Bruno in streaming
I FILM A MANTOVA
Sport
Categorie: Cronaca Economia Eventi Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Mangiare Vacanza REDAZIONE DI MANTOVA
via Altobelli, 3 - 46100 Mantova
Contatti per redazione e commerciale: Tel. 0376 369865
Email: redazionemantova@radiobruno.it
Facebook: Ultimissime Mantova
www.ultimissimemantova.it
www.radiobruno.it



RADIO BRUNO SOCIETA’ COOPERATIVA a r.l.
Registrazione al Tribunale di Modena N. 884 del 10 Settembre 1987
Via Nuova Ponente, 28 CARPI
Tel. 059-642877 - Fax 059-642110
Email: redazione@radiobruno.it

Cookie policy