Sabato 04 Luglio 2020 - 13:44
Cronaca Economia Società Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Salute Animali
Mantova Economia Emergenza Covid: l’11% delle famiglie lombarde ha perso oltre la metà del reddito

Emergenza Covid: l’11% delle famiglie lombarde ha perso oltre la metà del reddito

Lascia un commento | Tempo di lettura 237 secondi Mantova - 24 Apr 2020 - 08:27

Sono oltre 2 milioni le famiglie lombarde che hanno visto calare il proprio reddito a causa del Covid-19; questa una delle evidenze emerse dall’indagine condotta per Facile.it da mUp Research e Norstat.  

Andando ancora più nello specifico, l’11% dei rispondenti, pari a circa 344.000 nuclei familiari, ha visto sparire oltre il 50% del reddito familiare, mentre il 5,8%, corrispondenti a più di 180.000 nuclei , hanno addirittura perso il 100% delle entrate. 

Il calo dei redditi ha quindi messo in crisi molte famiglie della Lombardia; il 14,7% dei rispondenti ha dichiarato di trovarsi già oggi in una situazione di difficoltà economica, mentre il 21% di chi ha preso misure ad hoc per fronteggiare la crisi ha ridotto le spese alimentari. Molti anche i lombardi che hanno sospeso le rate del muto, razionalizzato i consumi di casa,  come bollette dell’energia e spese telefoniche, o rinunciato ai servizi di intrattenimento a pagamento.

Sperando che la notizia sia di vostro interesse e possa trovare spazio sulla testata, alleghiamo la relativa nota stampa e rimaniamo a disposizione per ogni ulteriore necessità di approfondimento.

 

Sono tanti i lombardi messi in difficoltà economica dall’obbligo di quarantena tanto che, come certifica un’indagine condotta per Facile.it da mUp Research e Norstat ad aprile 2020*, se in totale le famiglie della Lombardia che hanno visto calare le entrate sono oltre 2.000.000, l’11% dei rispondenti, pari a oltre 344.000 famiglie lombarde, ha visto scendere il proprio reddito mensile di oltre il 50%.

Se si guarda a chi ha ammesso di aver perso il 100% delle proprie entrate, la percentuale è, in regione, del 5,8%, equivalente a circa 180.000 famiglie, e, continuando ad analizzare i dati nel dettaglio, un rispondente su sei, pari quindi al 14,7% dei nuclei familiari lombardi, ha dichiarato di trovarsi già oggi in una situazione di difficoltà economica.

Come i lombardi stanno affrontando la situazione

Se a livello nazionale il 53% dei nuclei familiari sta adottando dei comportamenti ad hoc per far fronte alla situazione, la percentuale sale al 56% se si guarda alle famiglie della Lombardia. Nello specifico, il 31,4% dei rispondenti lombardi ha dichiarato di aver fatto ricorso ai propri risparmi (contro una media italiana del 28,5%), mentre il 20,9% ha cercato di ridurre le spese legate al cibo. Il 9,9% dei nuclei familiari, inoltre, ha ammesso di aver cancellato l’abbonamento ad alcuni servizi legati all’intrattenimento (Sky, Netflix, Spotify, ecc).

Gli aiuti previsti dal Governo: i più richiesti e quelli più utili

Se si analizzano le risposte di coloro che hanno dichiarato di aver fatto ricorso ad una o più misure introdotte dai decreti del Governo emerge che tra gli intervistati lombardi la percentuale è pari al 12%. Guardando ai soli interventi per i quali i cittadini hanno potuto scegliere se aderire o meno, quello più utilizzato dalle famiglie della Lombardia è stato il bonus da 600 euro per autonomi e partite Iva (47,8% dei rispondenti lombardi che hanno fatto uso di aiuti governativi), seguito dalla possibilità di sospendere il mutuo prima casa (13% vs un valore nazionale pari al 9,8%).

La ricerca ha infine voluto indagare quali fossero, tra i principali interventi introdotti dal Governo per fronteggiare l’emergenza, quelli ritenuti più utili; alla domanda “indichi i tre interventi che ritiene più utili”, il 60,2% degli intervistati lombardi ha risposto il divieto di licenziamenti e l’ampliamento della cassa integrazione (52,8% a livello nazionale), seguito dalla sospensione del mutuo prima casa (44,5% contro una media nazionale del 39,2%) e dal bonus di 600 euro per autonomi e partite Iva (40,8% vs 47,5% a livello nazionale).

Hai qualche segnalazione o suggerimento da inviare alla redazione? scrivi a ultimissimemn@radiobruno.it
Notizie correlate:
Ascolta Radio Bruno in streaming
I FILM A MANTOVA
Sport
Mantova 1911, nominato il nuovo addetto stampa, è il mantovano Nicola Bondavalli
01 Jul 2020 - 07:50
Mantovano doc di 24 anni, laureato in Scienze della Comunicazione, Nicola Bondavalli è stato per più anni collaborat...

30^ edizione: pronto il piano organizzativo dell'evento in onore del "Grande Nivola"
12 May 2020 - 10:01
Il rallentamento imposto dall’emergenza Covid-19 all'attività organizzativa della Scuderia Mantova Corse sta term...

Giochi olimpici rimandati al 2021
25 Mar 2020 - 12:01
Il Giappone ha deciso di spostare i Giochi Olimpici al 2021, pur se continuerà a chiamarli Giochi Olimpici e Paralimpici di...

Annullata la partita con il Fanfulla
22 Feb 2020 - 12:09
 La società biancorossa ha annullato la partita di domani al Martelli fra il Mantova contro la società lod...

Categorie: Cronaca Economia Eventi Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Mangiare Vacanza REDAZIONE DI MANTOVA
via Altobelli, 3 - 46100 Mantova
Contatti per redazione e commerciale: Tel. 0376 369865
Email: redazionemantova@radiobruno.it
Facebook: Ultimissime Mantova
www.ultimissimemantova.it
www.radiobruno.it



RADIO BRUNO SOCIETA’ COOPERATIVA a r.l.
Registrazione al Tribunale di Modena N. 884 del 10 Settembre 1987
Via Nuova Ponente, 28 CARPI
Tel. 059-642877 - Fax 059-642110
Email: redazione@radiobruno.it

Cookie policy