Venerdì 05 Marzo 2021 - 20:40
Cronaca Economia Società Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Salute Animali
Mantova Economia Coldiretti Mantova a Quistello parla di economia sociale ed etica

Coldiretti Mantova a Quistello parla di economia sociale ed etica

Lascia un commento | Tempo di lettura 241 secondi Mantova - 18 Jan 2021 - 11:35

La nuova economia, anche in agricoltura, passa da intraprendenza, creatività, coraggio, attenzione alle comunità locali, ai lavoratori più fragili e, in ultima analisi, mira a distribuire il profitto tenendo conto che l’uomo ha una natura sociale.

È una nuova dimensione etica, sociale, spirituale e allo stesso tempo produttiva quella che il tradizionale convegno organizzato da Coldiretti e dalla Parrocchia di Quistello in occasione delle celebrazioni di Sant’Antonio Abate - patrono degli allevatori e protettore degli animali - affronta.

Ideatore degli stimolanti convegni, inaugurati nel 2012, l’imprenditore agricolo Mauro Piva, affiancato nella missione da Roberto Siliprandi, presidente di Coldiretti Quistello, dal sindaco Luca Malavasi e da Don Roberto Buzzola priore di Quistello, al quale è stata affidata per il 2021 la statuetta di Sant’Antobnio Abate, in occasione del ripristino dopo il terremoto della chiesa parrocchiale.

Dal Concilio Vaticano II alle diverse encicliche che si sono succedute nell’ultimo secolo, comprese la “Laudato Si’” e la “Fratelli tutti” emanate da Papa Francesco, don Bruno Bignami, direttore dell’Ufficio nazionale problemi del Lavoro e Sociali della Cei, ha ripercorso i principi cardine della dottrina sociale della Chiesa, finalizzati a considerare “l’economia al servizio dell’umanità, come già considerato da San Tommaso d’Aquino”.

“La devozione verso Sant’Antonio Abate da parte degli allevatori e la tradizione di non macellare proprio in occasione della sua festività - ricorda don Bruno Bignami - si lega all’idea di salvaguardare l’animale nella sua dimensione di dono”.

E la riflessione su una “nuova economia sociale passa anche dall’idea che l’ambiente sia un bene collettivo, come ribadito da Papa Francesco nella Laudato Si’. Tutto questo non significa affatto rifiutare il progresso tecnologico, ma questo sforzo all’innovazione non deve mai perdere il gusto della fraternità”. 

Un buon imprenditore deve “saper produrre nel rispetto della gestione dei beni comuni, trovando le giuste soluzioni al tema del lavoro, risolvendo le contraddizioni del nostro tempo, che oscillano tra la fame e lo spreco”.

Azioni che il professor Andrea Piccaluga dell’Istituto di Management della Scuola superiore Sant’Anna di Pisa e terziario francescano, riassume in quel “prendersi cura della casa comune, che è madre e sorella”, come ricorda anche nel libro “Sorella economia”, che il docente ha scritto insieme a Marco Asselle.

“Un anno di pandemia – afferma - ha contribuito ad accrescere le disuguaglianze nella società, ma allo stesso tempo dobbiamo riconoscere che ora ci troviamo ad affrontare una tempesta perfetta in positivo, grazie alla quale ripensare ad una nuova forma di capitalismo e a come raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile. La rinascita passa attraverso istruzione, sanità, relazioni inclusive e oggi più che mai serve il coraggio di comprendere la reale portata dei problemi, trovare soluzioni nuove anche rischiose e coinvolgere tutti, anche i talenti più nascosti”.

Anche Coldiretti Mantova, che nei giorni scorsi - terminata la consegna dei “Pacchi della solidarietà” contenenti cibo di qualità per le famiglie più fragili - ha presentato le iniziative della “spesa sospesa” con i mercati di Campagna Amica e del “pasto sospeso” con gli agriturismi di Terranostra, invita gli imprenditori agricoli a considerare la dimensione sociale del proprio lavoro.

“L’agricoltura mantovana è da sempre caratterizzata dal rispetto della tradizione, così come dal coraggio imprenditoriale di guardare alle nuove tecnologie come strumento per produzioni sempre più green - riconosce il direttore di Coldiretti Mantova Erminia Comencini -. Non dobbiamo mai dimenticare che, accanto al concetto di proprietà, si accompagna anche quello di ipoteca sociale del terreno, perché l’agricoltura è anche esperienza comunitaria, cooperazione, grazie alla quale il nostro territorio ha saputo con creatività raggiungere un elevato livello di benessere. Allo stesso tempo – conclude il direttore -, le imprese agricole hanno bisogno di essere accompagnate nel loro percorso virtuoso da una politica che sappia ritrovare la sua dimensione più nobile”.

Hai qualche segnalazione o suggerimento da inviare alla redazione? scrivi a ultimissimemn@radiobruno.it
Notizie correlate:
Ascolta Radio Bruno in streaming
I FILM A MANTOVA
Sport
Nuove sedute allo stadio Martelli
04 Feb 2021 - 09:32
Oggi terminano i lavori di sostituzione delle sedute delle tribune allo stadio Martelli. Sono state cambiate in totale 2650 sedute...

Ginnastica Ritmica. Doppio argento per Eleonora Torreggiani nella prima prova del Campionato nazionale Uisp
04 Feb 2021 - 09:52
Eleonora Torreggiani ginnasta agonista mantovana tesserata nella Ginnastica Reggiana è medaglia argento nella prima pr...

Basket. Gennaro Di Carlo il nuovo Coach della Staff fino al termine della stagione 2020/21
29 Jan 2021 - 08:25
Nato a Santa Maria Capua Vetere (CE) il 29/08/1973, già oggi pomeriggio sosterrà il primo allenamento con la squadra...

Social Pro League, fase a tabellone: Mantova batte la Carrarese per 1 a 0 e vola agli ottavi di finale
27 Jan 2021 - 08:11
Il Mantova vince per 1 a 0 contro la Carrarese nella sfida diretta dei sedicesimi di finale e accede agli ottavi della Social Pro ...

Categorie: Cronaca Economia Eventi Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Mangiare Vacanza REDAZIONE DI MANTOVA
via Altobelli, 3 - 46100 Mantova
Contatti per redazione e commerciale: Tel. 0376 369865
Email: redazionemantova@radiobruno.it
Facebook: Ultimissime Mantova
www.ultimissimemantova.it
www.radiobruno.it



RADIO BRUNO SOCIETA’ COOPERATIVA a r.l.
Registrazione al Tribunale di Modena N. 884 del 10 Settembre 1987
Via Nuova Ponente, 28 CARPI
Tel. 059-642877 - Fax 059-642110
Email: redazione@radiobruno.it

Cookie policy