Domenica 29 Novembre 2020 - 05:17
Cronaca Economia Società Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Salute Animali
Mantova Musica e spettacoli Bike In, si prosegue con la poesia surreale di Guido Catalano

Bike In, si prosegue con la poesia surreale di Guido Catalano

Lascia un commento | Tempo di lettura 308 secondi Mantova - 02 Sep 2020 - 11:02

Guido Catalano esce finalmente di casa per portare in giro un nuovo reading in solitaria che, a discapito del titolo, affronta il Tema dei Temi in questi tempi bislacchi. Un suggestivo viaggio poetico per cercare di tornare alla normalità: dai grandi cavalli di battaglia ai versi inediti prodotti sotto gli effetti psicotropi del lockdown. Perché - siamo sinceri - baciarsi con la mascherina è davvero scomodo.

Sentiamo l'invito dell'artista in questo contributo https://soundcloud.com/user-13508386/catalano

Guido Catalano nasce a Torino alle 8.50 del mattino del 6 febbraio del 1971 ed è ancora vivo. A 17 anni decide che vuole diventare una rockstar, più tardi ripiega sulla figura di poeta professionista vivente perché ci sono più posti liberi.
Produce otto libri di poesie. Il primo si intitola “I cani hanno sempre ragione” anche se dentro non vi è traccia di cani ed è del 2000. Seguono prima per Seed e poi per Miraggi Edizioni le raccolte “Sono un poeta cara”, “Motosega”, “La donna che si baciava con i lupi”, “Ti amo ma posso spiegarti”, “Piuttosto che morire m’ammazzo”. Negli anni la lobby dei poeti lo accusa di essere un cabarettista, la lobby dei cabarettisti di essere un poeta: nonostante tutto Catalano rimane vittima di un passaparola irresistibile e i suoi versi iniziano a diffondersi sui social, nei bar delle periferie, nei circoli Arci, nelle librerie, sui palchi dei centri sociali, nei festival letterari e anche in quelli musicali. Conquista anche i palchi dei teatri e dei live club più importanti d’Italia registrando diversi sold out.
Nel febbraio 2016 pubblica per Rizzoli, il romanzo “D’Amore si muore ma Io no”, che riscuote un notevole successo. Per l’occasione dichiara alla stampa: “Chiedermi di scrivere un romanzo è stato come chiedere a uno che ha sempre corso i 100 metri di tentare la maratona. Ma io amo le sfide e spero che, crampi a parte, questo libro possa regalarmi anche qualche soddisfazione”. Parte per il suo fortunatissimo Grand Tour 2016, dopo più di cento date in tutta Italia isole comprese, 34.000 km e diversi sold out, si ritira a vita solitaria nella sua dimora torinese.
A novembre 2016 arriva sugli schermi del 34° Torino Film Festival con la pellicola Sono Guido E Non Guido, un mockumentary, firmato da Alessandro Maria Buonomo per Elianto Film e Fargo Film, che lo vede protagonista assieme al suo alter ego Armando Catalano.
Il 2017 è l’anno del nuovo libro di poesie dal titolo Ogni Volta Che Mi Baci Muore Un Nazista, edito da Rizzoli, e del “Ogni Volta Che Mi Baci Muore Un Nazista Live Tour” che lo vede di nuovo sui palchi più importanti d’Italia, fra moltissimi baci e altrettanti sold out.

Nel 2018 esce il secondo romanzo, dal titolo “Tu che noi sei romantica” (Rizzoli). Sempre nel 2018 partecipa come ospite fisso alla trasmissione televisiva “Brunori sa”, ideata e condotta dal cantautore Dario Brunori, su Rai 3.
Il mese di dicembre 2019 vede l’uscita della sua ultima fatica: “Poesie al megafono”, il primo libro poetico parlante della storia, nel senso che è un libro di carta, inchiostro e parole, ma dentro c’è anche la voce dell’autore, un po’ come nei libri per bambini con i versi degli animali della fattoria. Tutti i suoi libri, anche quelli vecchissimi, sono presenti nella prestigiosa Biblioteca Universale Rizzoli, anche detta BUR. 
Il progetto Bike-In
È la città di Mantova ad accogliere la prima Arena Bike-In in assoluto. Bike-In è un progetto nato da un’idea di Fresh Agency, Live Club e Shining Production, tre realtà con un curriculum ultra-ventennale nel mondo dello spettacolo, unitesi per proporre un’alternativa concreta per il settore dell’intrattenimento dal vivo, fra i più colpiti dell’emergenza COVID19. La protagonista del progetto è la bicicletta, che  permette all'utente di accedere agli spettacoli in sicurezza, partecipando da uno spazio personalizzato.
 
Da metà luglio a metà settembre l’Arena Bike-In, inserita nel suggestivo contesto di Campo Canoa, con affaccio sul lago, ospiterà numerosi eventi per dare vita all’estate 2020 della città lombarda.
 
L'iniziativa presentata da Comune e Fondazione Mantova Capitale Europea dello Spettacolo si inserirà nel cartellone di Mantova Estate, nato dal Patto per la Cultura grazie alla collaborazione di oltre 70 associazioni ed enti culturali
 
ISTRUZIONI PER L’ACCESSO AGLI SPETTACOLI
Per partecipare all’evento, segnalare la presenza di spettatori congiunti/conviventi è necessario contattare gli organizzatori e presentare all’ingresso, compilata e firmata, l’autodichiarazione, diversificata a seconda che si tratti di un acquisto di posti distanziati o per congiunti. L’assegnazione dei posti avverrà conformemente alle disposizioni vigenti in merito al distanziamento interpersonale.
Bike-In è un format che promuove lo spettacolo... in bicicletta! E’ consentito entrare a piedi ma consigliamo di arrivare in bici (o monopattino) che si potrà comodamente parcheggiare nel proprio spazio spot. Per chi non l’avesse è possibile noleggiarne direttamente una presso l’arena utilizzando il servizio tramite app: Movi by Mobike
Leggi il regolamento dell’Arena Bike In https://www.bike-in.it/modulistica/Regolamento-Bike-In.pdf
 
Hai qualche segnalazione o suggerimento da inviare alla redazione? scrivi a ultimissimemn@radiobruno.it
Notizie correlate:
Ascolta Radio Bruno in streaming
I FILM A MANTOVA
Sport
Serie C. Riparte la Social Pro League, VIII edizione del campionato tra le pagine Facebook del calcio italiano
26 Nov 2020 - 10:35
Dalla prima edizione 2013/2014, sono state più di 70.000 le persone che hanno votato la loro fan page del cuore, decretando...

Calcio serie C: il Mantova questa sera affronta il Modena in un derby delicato
16 Nov 2020 - 11:05
Le principali dichiarazioni dell'allenatore biancorosso Emanuele Troise, rilasciate alla vigilia di Mantova-Mod...

Doping, sport e disabilità fisica: parte il progetto di ricerca e formazione DopOff
12 Nov 2020 - 09:11
L’Università Telematica degli Studi IUL, con la collaborazione di Fondazione ISTUD, avvia l’indagine conoscitiv...

Boxe: il team si prepara per l'incontro del 22
10 Nov 2020 - 11:01
Venerdì sera Mantova sarà la capitale del pugilato nazionale, con due attesissimi incontri sulle dieci riprese che s...

Categorie: Cronaca Economia Eventi Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Mangiare Vacanza REDAZIONE DI MANTOVA
via Altobelli, 3 - 46100 Mantova
Contatti per redazione e commerciale: Tel. 0376 369865
Email: redazionemantova@radiobruno.it
Facebook: Ultimissime Mantova
www.ultimissimemantova.it
www.radiobruno.it



RADIO BRUNO SOCIETA’ COOPERATIVA a r.l.
Registrazione al Tribunale di Modena N. 884 del 10 Settembre 1987
Via Nuova Ponente, 28 CARPI
Tel. 059-642877 - Fax 059-642110
Email: redazione@radiobruno.it

Cookie policy