Martedý 20 Novembre 2018 - 14:53
Cronaca Economia SocietÓ Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Salute Animali
Mantova SocietÓ Mantova Pride. La lettera aperta delle associazioni

Mantova Pride. La lettera aperta delle associazioni

Lascia un commento | Tempo di lettura 154 secondi Mantova - 12 Jun 2018 - 09:18

Riceviamo e pubblichiamo la “lettera aperta” sottoscritta dai presidenti di cinque associazioni del territorio mantovano e da altri 78 sostenitori in merito alla manifestazione prevista a Mantova sabato 16 giugno.
"Ci sia consentito di non condividere l’adozione del Gay Pride da parte del Comune di Mantova: una presa di distanza sottoscritta da parte nostra senza enfasi o supponenza ma in tutta serenità, nella convinzione che in democrazia ogni opinione – a maggior ragione, una voce fuori dal coro del politicamente corretto – abbia diritto di cittadinanza. Sappiamo bene che i motivi per cui tale manifestazione viene organizzata sono diversi: tra questi, c’è sicuramente l’intento di combattere le deprecabili manifestazioni di intolleranza che ancora colpiscono le persone omosessuali. E’ un obiettivo condivisibile: omosessuali e transgender hanno diritto al massimo rispetto, come ogni altro essere umano. Ma la nostra condivisione si ferma qui.
A ruota, infatti, il Gay Pride scatena inevitabilmente crociate, parole d’ordine e rivendicazioni a volte intolleranti e sempre estremamente divisive. Soprattutto, tramite queste manifestazioni si vuole imporre un sistema di valori che, invece, riteniamo si possa legittimamente non condividere. Per quanto ci riguarda, rivendichiamo infatti la libertà e il diritto di prendere le distanze da certe prese di posizione su temi delicati e complessi quali la famiglia, le figure genitoriali, l’ideologia gender, l’adozione ugualitaria, l’aborto, l’utero in affitto. Non intendiamo dare lezioni a nessuno, ma ci si lasci democraticamente e legittimamente sostenere un sistema di valori “altro” rispetto a quello propugnato dagli organizzatori del Gay Pride. Nella nostra visione, riteniamo in tutta coscienza che ogni bambino abbia diritto ad avere un papà e una mamma; che la famiglia tradizionale sia alla base della nostra società; che l’utero in affitto sia una pratica aberrante e l’aborto sempre una sconfitta.
Ribadiamo dunque ferma contrarietà alla decisione del Comune, che ha voluto ospitare il Gay Pride 2018 (se altri hanno fatto un passo indietro, una ragione ci sarà) e finanziare con soldi pubblici organizzazioni private già ampiamente supportate da lobby e mass media. Quanto meno, ci siano risparmiati gli eccessi, le provocazioni gratuite, le espressioni di pessimo gusto che altrove hanno spesso fatto da corollario alla kermesse prossima ventura".

Mantova, 11 giugno 2018

Romano Bondavalli (Presidente Circolo Culturale Mantovano G. Guareschi.)
Alessandro Colombo  (Presidente Associazione 12 Aprile per Mantova)
Massimiliano Esposito (Presidente Circolo La Croce)
Marco Faroni (Presidente Forum Associazioni Familiari Mantova)
Tiziano Fasciglione (Presidente Centro di Aiuto alla Vita Asola)
 
Seguono 78 adesioni=

Hai qualche segnalazione o suggerimento da inviare alla redazione? scrivi a ultimissimemn@radiobruno.it
Notizie correlate:
Ascolta Radio Bruno in streaming
I FILM A MANTOVA
Sport
Categorie: Cronaca Economia Eventi Cultura e arte Musica e spettacoli Tempo libero Sport Mangiare Vacanza REDAZIONE DI MANTOVA
via Altobelli, 3 - 46100 Mantova
Contatti per redazione e commerciale: Tel. 0376 369865
Email: redazionemantova@radiobruno.it
Facebook: Ultimissime Mantova
www.ultimissimemantova.it
www.radiobruno.it



RADIO BRUNO SOCIETAĺ COOPERATIVA a r.l.
Registrazione al Tribunale di Modena N. 884 del 10 Settembre 1987
Via Nuova Ponente, 28 CARPI
Tel. 059-642877 - Fax 059-642110
Email: redazione@radiobruno.it

Cookie policy